News


Il fondatore della Banda nel 1856 fu il M° Onorato Gandolfi, seguito da numerosi noti musicisti quali i Maestri Antonio Cevolani, che espresse tutte le sue energie per l’avvicinamento dei giovani all’arte musicale, Oddone Marzocchi, Dario Delaiti e Luigi Dal Monte che perseguirono un rinnovamento dei canoni bandistici tradizionali introducendo melodie celebri, trascrizioni originali anche dal genere jazzistico, e Antonio Sovrani cultore della musica contemporanea, che traghetta la banda verso i giorni nostri, valorizzando tradizione e innovazione.

 

Attualmente la Banda Filarmonica di Voghenza con un organico di circa 40 elementi diretta da Domenico Marcello Urbinati grazie a un forte impulso dell’Amministrazione Comunale, dei docenti dei corsi ad indirizzo musicale della scuola media di Voghiera e dei numerosi simpatizzanti e volontari, sta vivendo un momento di valorizzazione e rinascita.

 

Tra le attività più interessanti della Banda Filarmonica di Voghenza ricordiamo la partecipazione all’EXPO 2015, il Festival del Giallo a Ferrara e Copparo, le letture verdiane curate da Patrizio Bianchi nello spettacolo “Sulle Orme di Verdi” a Villa Massari-Mazzoni, la partecipazione a “Onde Sonore 2016” a Cesenatico con uno splendido concerto all’alba sulla spiaggia, la Rapsodia in Blue di Gershwin con Matteo Forlani solita nella stagione 2016 di Estate a Belriguardo.

 

Con il coinvolgimento di personalità musicali eccellenti del territorio come i Proff. Mario Gessi e Roberto Valeriani si sta attivando sia un percorso di ricerca delle radici storiche della banda per legarla maggiormente a Maria Waldmann e al Maestro Giuseppe Verdi, che uno di apertura alle realtà musicali regionali.

 

Da qui nasce infatti la collaborazione in rete con la Banda Filarmonica di Tresigallo in partenership con l’Istituto “A. Manzi” di San Bartolomeo in Bosco, l’Associazione Monsignor Crepaldi e la Cooperativa Sociale Sant’Eurosia di Voghiera per la realizzazione del progetto “Musica Insieme” finanziato dalla regione Emilia Romagna con il preciso obiettivo di creare una compagine bandistica giovanile.

 

Le numerose adesioni e la condivisione delle buone pratiche già attivate in un territorio affine come quello di Tresigallo ha portato la banda e la scuola di Voghenza a crescere e a sviluppare la propria attenzione per la formazione musicale delle nuove generazioni.